All Tweets
Precedente:
Seguente:

3.1 Perché dovrei pregare e come posso farlo?

Preghiera personale

Pregare significa parlare con Dio (non solo parlare a lui). Quando preghi, ti prendi del tempo per conoscere Dio e costruire una relazione con lui. Questo è importante per ogni cristiano. Gesù disse ai suo discepoli di pregare spesso (Lc 22, 46)Lc 22, 46: E disse loro: "Perché dormite? Alzatevi e pregate, per non entrare in tentazione.". Tuttavia la preghiera non è sempre facile: come iniziare e cosa dire?

Quello che è più importante capire è che Dio è sempre con te, anche adesso che stai navigando in Internet... Niente ti proibisce di chiudere gli occhi proprio in questo momento e dire a Dio cosa hai nel cuore. Chiedigli aiuto, digli quello che trovi difficile, e ringrazialo per quello che hai ricevuto. Questa è preghiera!  

> Leggi di più nel libro

Dio ti chiede di pregare. Lui ti aspetta! Il tuo rapporto con Dio ti porterà una gioia vera & duratura. Puoi chiedergli e dirgli tutto.

La saggezza della Chiesa

Cos’è la preghiera?

Pregare significa rivolgere il cuore a Dio; quando una persona prega, instaura con Lui un rapporto vivo.

La preghiera è la grande porta che conduce alla fede; chi prega non vive più di se stesso, per se stesso e con le proprie forze, ma sa che esiste un Dio a cui può parlare. Un uomo che prega ha maggiore fiducia in se stesso e in Dio; cerca già adesso l’unione con colui che un giorno incontrerà faccia a faccia; l’impegno nella preghiera quotidiana è parte integrante della vita cristiana; e tuttavia non si apprende a pregare come si assimila una tecnica, e, per quanto notevole la cosa possa apparire, la preghiera è un dono che si ottiene pregando. [Youcat 469]

La parola del Papa

In mezzo alle solite occupazioni umane non possiamo perdere il contatto con Cristo. Abbiamo bisogno di momenti speciali destinati esclusivamente alla preghiera. La preghiera è indispensabile, sia nella vita personale che nell'apostolato. Non vi può essere testimonianza cristiana autentica, senza prima essere stati corroborati dalla preghiera. Essa è fonte di ispirazione, di energia, di coraggio di fronte alle difficoltà e agli ostacoli; è fonte della perseveranza e della capacità di prendere iniziative con forze rinnovate. [Papa Giovanni Paolo II, Omelia a Gorzov, 2 giugno 1997]