All Tweets
Precedente:
Seguente:
noodweer

1.49 Quando giungerà la fine dei tempi?

Paradiso, inferno o purgatorio?

Gesù risorse da morte a Pasqua, e fu in seguito riaccolto in cielo (Ascensione). Da quell momento in poi, il nostro compito è vivere una vita buona da cristiani, e annunciare il Vangelo al mondo intero.

Questo continuerà finchè Gesù tornerà sulla terra (la Seconda venuta). Questa sarà la “fine dei tempi”. Nessuno sa quando questo accadrà (Mc 13, 31-32)Mc 13, 31-32: Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno. Quanto però a quel giorno o a quell'ora, nessuno lo sa, né gli angeli nel cielo né il Figlio, eccetto il Padre., e nessuno può prevederlo. Può succedere in qualsiasi momento (Ap 22, 20)Ap 22, 20: Colui che attesta queste cose dice: "Sì, vengo presto!". Amen. Vieni, Signore Gesù.. Gesù richiama tutti ad essere vigili per assicurarsi di essere pronti ad incontrarlo quando il grande momento arriverà.

> Leggi di più nel libro

Alla fine dei tempi, i morti risorgeranno e Gesù tornerà. Nessuno sa quando ciò accadrà: preparati, dunque, e scegli di seguire Dio!

La saggezza della Chiesa

Quali sono il senso e la portata salvifica della Risurrezione?

La Risurrezione è il culmine dell'Incarnazione. Essa conferma la divinità di Cristo, come pure tutto ciò che Egli ha fatto e insegnato, e realizza tutte le promesse divine in nostro favore. Inoltre, il Risorto, vincitore del peccato e della morte, è il principio della nostra giustificazione e della nostra Risurrezione: fin d'ora ci procura la grazia dell'adozione filiale, che è reale partecipazione alla sua vita di Figlio unigenito; poi, alla fine dei tempi, egli risusciterà il nostro corpo. [CCCC 131]

Cosa è cambiato nel mondo come risultato della Resurrezione?

Poichè la morte non è più la fine di tutto, sono entrate nel mondo gioia e speranza. Ora che la morte “non ha più potere” (Rm 6, 9) su Gesù, non ha più potere neppure su di noi, che apparteniamo a Gesù. [Youcat 108]

La parola del Papa

[Pensiamo] all’intervento conclusivo di Dio alla fine dei tempi, quando Egli realizzerà pienamente il suo Regno. Il tempo presente è tempo di semina, e la crescita del seme è assicurata dal Signore. Ogni cristiano, allora, sa bene di dover fare tutto quello che può, ma che il risultato finale dipende da Dio. [Papa Benedetto XVI, Angelus, 17 Giugno 2012]