All Tweets
Precedente:
Seguente:

2.34 Perché la Chiesa era così crudele nei confronti dei nativi americani?

Verso la Riforma

A seguito delle grandi scoperte di Cristoforo Colombo e di altri, la Spagna, il Portogallo e altre potenze ottennero diritti coloniali in America. Il Papa diede loro il compito di diffondere la fede nelle nuove terre. Tristemente, molti conquistatori (colonizzatori) erano più interessati ad acquisire ricchezza che a questo nobile compito.

La popolazione indigena fu tratta in modo disumano, al punto che nel 1537 Papa Paolo III dovette ricordare ai colonizzatori che gli americani nativi erano esseri umani! Solo in una fase più tarda la Chiesa fu in grado di inviare i suoi missionari. Questi missionari non solo annunciarono la fede, ma la vissero essi stessi, costruirono ospedali e scuole e aiutarono la gente in molti modi diversi.

> Leggi di più nel libro

Spagna e Portogallo cercavano spesso la ricchezza prima dei convertiti, senza curarsi di loro. Il papa condannò il maltrattamento dei nativi.

La parola del Papa

Il primo incontro tra le vostre culture tradizionali e lo stile di vita europeo ... fu un’aspra e dolorosa realtà per le vostre popolazioni. È doveroso riconoscere l’oppressione culturale, le ingiustizie, la distruzione della vostra vita e delle vostre società tradizionali.

Nello stesso tempo, per essere obiettivi, la storia deve registrare gli aspetti profondamente positivi ... Tra questi aspetti positivi voglio ricordare l’opera di molti missionari che difesero strenuamente i diritti delle popolazioni native di questa terra. [Papa Giovanni Paolo II, Agli Amerindi, 14 settembre 1987]