All Tweets
Precedente:
Seguente:
klavertjes

1.33 Dio è uno e allo stesso tempo trino. Non è assurdo?

Che cosa fa lo Spirito Santo?

Dio esiste come Padre, Figlio, e Spirito Santo. Questo concetto della Trinità significa che l’unico Dio è presente a noi in tre modi differenti, cioè come tre persone che ci amano moltissimo.

La relazione d’amore tra le tre persone della Trinità ci mostra cosa Dio è nella sua sostanza: amore. Tuttavia, non rusciremo mai a comprendere questo mistero...

> Leggi di più nel libro

Essendo uno e trino, in se stesso Dio condivide l’amore tra Padre, Figlio e Spirito Santo. Egli vuole condividere tale amore anche con te!

La saggezza della Chiesa

Il mistero della Santissima Trinità può essere conosciuto dalla sola ragione umana?

Dio ha lasciato qualche traccia del suo Essere trinitario nella creazione e nell'Antico Testamento, ma l'intimità del suo Essere come Trinità Santa costituisce un mistero inaccessibile alla sola ragione umana, e anche alla fede d'Israele, prima dell'Incarnazione del Figlio di Dio e dell'invio dello Spirito Santo. Tale mistero è stato rivelato da Gesù Cristo, ed è la sorgente di tutti gli altri misteri. [CCCC 45]

Che cosa Gesù Cristo ci rivela del mistero del Padre?

Gesù Cristo ci rivela che Dio è «Padre», non solo in quanto è Creatore dell'universo e dell'uomo, ma soprattutto perché genera eternamente nel suo seno il Figlio, che è il suo Verbo, «irradiazione della sua gloria, impronta della sua sostanza» (Eb 1, 3). [CCCC 46]

Chi è lo Spirito Santo, rivelato a noi da Gesù Cristo?

È la terza Persona della Santissima Trinità. È Dio, uno e uguale al Padre e al Figlio. Egli «procede dal Padre» (Gv 15,26), il quale, principio senza principio, è l'origine di tutta la vita trinitaria. E procede anche dal Figlio (Filioque), per il dono eterno che il Padre ne fa al Figlio. Inviato dal Padre e dal Figlio incarnato, lo Spirito Santo guida la Chiesa «a conoscere la Verità tutta intera» (Gv 16,13). [CCCC 47]

Come la Chiesa esprime la sua fede trinitaria?

La Chiesa esprime la sua fede trinitaria confessando un solo Dio in tre Persone: Padre e Figlio e Spirito Santo. Le tre Persone divine sono un solo Dio perché ciascuna di esse è identica alla pienezza dell'unica e indivisibile natura divina. Esse sono realmente distinte tra loro, per le relazioni che le mettono in riferimento le une alle altre: il Padre genera il Figlio, il Figlio è generato dal Padre, lo Spirito Santo procede dal Padre e dal Figlio. [CCCC 48]

Come operano le tre Persone divine?

Inseparabili nella loro unica sostanza, le Persone divine sono inseparabili anche nel loro operare: la Trinità ha una sola e medesima operazione. Ma, nell'unico agire divino, ogni Persona è presente secondo il modo che le è proprio nella Trinità. 

«O mio Dio, Trinità che adoro... pacifica la mia anima; fanne il tuo cielo, la tua dimora amata e il luogo del tuo riposo. Che io non ti lasci mai sola, ma che sia lì, con tutta me stessa, tutta vigile nella mia fede, tutta adorante, tutta offerta alla tua azione creatrice» (beata Elisabetta della Trinità). [CCCC 49]

Crediamo in un Dio unico o in tre dei?

Noi crediamo in un Dio in tre persone (Trinità). “Dio non è solitudine ma perfetta comunione.” (Papa Benedetto XVI, 22 Maggio, 2005).    

I cristiani non adorano tre dei differenti, ma un singolo Essere che è triplice e tuttavia rimane uno. Sappiamo che Dio è trino da Gesù Cristo: Egli, il Figlio, parla di suo Padre in cielo (“Io e il Padre siamo una cosa sola”, Gv 10, 30). Egli lo prega e ci manda lo Spirito Santo, che è l’amore del Padre e del Figlio. Ecco perchè siamo battezzati “nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo” (Mt 28, 19). [Youcat 35]

Possiamo razionalmente dedurre che Dio è trino?

No. Il fatto che ci sono tre persone (Trinita) in un Dio è un mistero. Sappaiamo solo da Gesù Cristo che Dio è Trinitario.   

Gli uomini non possono dedurre il fatto che Dio è una Trinita con la loro ragione. Essi riconoscono tuttavia che questo mistero è ragionevole quando accettano la rivelazione di Dio in Gesù Cristo. Se  Dio fosse solo e solitario, non potrebbe amare dall’eternità. Nella luce di Gesù troviamo già nell’Antico Testamento (ad esempio, Gn 1, 2; 18, 2; 2 Sam 23, 2), anzi, persino in tutta la creazione, tracce dell’Essere trinitario di Dio. [Youcat 36]

Perchè Dio è “Padre”?

Veneriamo Dio come Padre prima di tutto perchè è il Creatore e si prende amorevolmente cura delle sue creature. Gesù, il Figlio di Dio, ci ha inoltre insegnato a guardare a suo Padre come nostro Padre e a rivolgerci a lui come “Padre nostro”.   

Doverse religioni pre-cristiane hanno il titolo divino di “Padre”. Anche prima di Gesù, gli Israeliti si rivolgevano a Dio come loro Padre (Deut 32, 6; Mal 2, 10), riconoscendo che è anche come una madre (Is 66, 13). Nell’esperienza umana, padre e madre stanno per l’origine e l’autorità, per ciò che protegge e sostiene. Gesù Cristo ci mostra come Dio il Padre è realmente: “Chi ha visto me ha visto il Padre” (Gv 14, 9). Nella parabola del padre misericordioso, Gesù parla dei desideri umani più profondi per avere un padre misericordioso. [Youcat 37]

Chi è lo “Spirito Santo”?

Lo Spirito Santo è la terza persona della Santa Trinità e ha la stessa maestà divina del Padre e del Figlio.   

Quando scopriamo la realtà di Dio in noi, è lo Spirito Santo che opera. Dio ha mandato “lo spirito di suo figlio nei nostri cuori” (Gal 4, 6), così che potesse riempirci completamente. Nello Spirito Santo un cristiano trova profonda gioia, pace interiore e libertà. E voi non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma avete ricevuto lo Spirito che rende figli adottivi, per mezzo del quale gridiamo: "Abbà! Padre!".’” (Rom 8, 15b). Nello Spirito Santo, che riceviamo nel Battesimo e nella Cresima  ci è permsso di chiamare Dio “Padre”. [Youcat 38]

Gesù è Dio? Appartiene alla Trinità?

Gesù di Nazareth è il Figlio, la seconda persona divina citata quando preghiamo “Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo” (Mt 28, 19).   

O Gesù era un impostore che si era fatto signore del sabato e si permetteva  che gli si rivolgesse con il titolo divino di “signore” – o altrimenti era realmente Dio. Lo scandalo arrivò quando perdonò i peccati. Agli occhi dei suoi contemporanei questo era un crimine che meritava la morte. Attraverso segni e miracoli, ma specialmente con la resurrezione i suoi discepoli riconobbero che era Gesù e lo adorarono come Signore. Questa è la fede della Chiesa. [Youcat 39]

La parola dei Padri della Chiesa

Noi riconosciamo un Dio, e un Figlio suo Logos (=Parola), e uno Spirito Santo, uniti nell’essenza, - il Padre, il Figlio, lo Spirito, perchè il Figlio è l’Intelligenza, la Ragione, la sapienza del Padre, e lo Spirito un’emanazione, come la luce dal fuoco. [Atenagora, La supplica in favore dei cristiani, Cap. 24 (MG 6, 945)]