All Tweets
Precedente:
Seguente:
Napoleon

2.43 Quali furono le conseguenze della Rivoluzione Francese?

La risposta della Chiesa

La Rivoluzione Francese iniziò nel 1789, e fu anticlericale e molto violenta. I rivoluzionari volevano cancellare ogni traccia di cristianità e quindi mise a morte migliaia di cattolici e confiscò le proprietà della Chiesa.

Più tardi Napoleone Bonaparte conquistò Roma e lo Stato pontificio. Nel 1801 Papa Pio VII firmò un trattato con Napoleone. Ciò fu seguito da un risveglio della Chiesa in Francia, sebbene la Chiesa fosse ancora molto limitata nella sua libertà. Dopo che Napoleone fu sconfitto nel 1815, la Santa Sede riconquistò il controllo sulla maggior parte delle Stato pontificio.

> Leggi di più nel libro

La Rivoluzione Francese portò all’oppressione della Chiesa. Papi e vescovi presero posizioni difensive. La vita religiosa rifiorì.

La parola del Papa

La Rivoluzione francese [fu] un tentativo di instaurare il dominio della ragione e della libertà in modo politicamente reale. L'Europa dell'Illuminismo, in un primo momento, ha guardato affascinata a questi avvenimenti, ma di fronte ai loro sviluppi ha poi dovuto riflettere in modo nuovo su ragione e libertà. [Papa Benedetto XVI, Spe Salvi, 19]