All Tweets
Precedente:
Seguente:
schilderij van de intocht van Jezus

3.17 Perché pellegrinaggi e processioni? Cos’è un ritiro?

Tradizioni e devozioni

Come fece con i suoi primi discepoli, Gesù invita anche tutte le persone oggi a seguirlo (Mc 1, 17)Mc 1, 17: Gesù disse loro: "Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini.". Il pellegrino è qualcuno  che viaggia con Gesù andando in pellegrinaggio in un luogo sacro. Come pellegrino hai due obiettivi: crescere nel tuo rapporto con Dio e conoscenza di sè da una parte, e dall’altra la progressione nel tuo cammino verso il cielo, che è la nostra meta finale.

Le processioni solenni durante le quali si canta e si prega ci ricordano il fatto che siamo tutti pellegrini. Quando si partecipa ad un ritiro, ci si ritira letteralmente dalla vita quotidiana per un certo periodo di tempo così da potersi focalizzare completamente su Dio.

> Leggi di più nel libro

Pellegrinaggi & processioni ricordano che la vita è un viaggio con Dio & gli altri al cielo. Ci ritiriamo dalla vita quotidiana per pregare.

La saggezza della Chiesa

Quali forme di pietà popolare accompagnano la vita sacramentale della Chiesa?

Il senso religioso del popolo cristiano ha sempre trovato diverse espressioni nelle varie forme di pietà che accompagnano la vita sacramentale della Chiesa, quali la venerazione delle reliquie, le visite ai  santuari, i pellegrinaggi, le processioni, la «Via crucis», il Rosario. La Chiesa con la luce della fede illumina e favorisce le forme autentiche di pietà popolare. [CCCC 353]

Qual è il senso del pellegrinaggio?

Chi va in pellegrinaggio “prega con i piedi” e sperimenta con tutte le sue facoltà che tutta la propria vita è in realtà un grande cammino vero Dio.

Nell’antico Israele si andava già in pellegrinaggio al Tempio di Gerusalemme. Anche i cristiani fecero proprio questo uso. Si formò così, soprattutto durante il Medioevo, un movimento regolato di pellegrinaggi verso i luoghi santi (soprattutto a Gerusalemme e alla tomba degli apostoli a Roma e Santiago di Compostela). Spesso ci si metteva in cammino per fare penitenza, talvolta in base alla nozione errata che ci si doveva giustificare davanti a Dio con pratiche di automortificazione. Ai nostri giorni la pratica dei pellegrinaggi vive una singolare rinascita: le persone cercano la pace e la forza che scaturiscono da questi luoghi di grazia. Sono stanchi di individualismo, vogliono uscire dal tran tran di tutti i giorni, liberarsi dalle zavorre e iniziare a muoversi verso Dio. [Youcat 276]

La parola del Papa

Il pellegrinaggio ... è icona del cammino che ogni persona compie nella sua esistenza. La vita è un pellegrinaggio e l’essere umano è viator, un pellegrino che percorre una strada fino alla meta agognata.... Il Signore Gesù indica le tappe del pellegrinaggio attraverso cui è possibile raggiungere questa meta: “Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e sarete perdonati. Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio" (Lc 6, 37-38). [Papa Francesco, Misericordiae Vultus, n. 14]