All Tweets
Precedente:
Seguente:
Allerheiligste

3.14 Come trascorro il tempo dell’adorazione?

Forme di preghiera

Durante l’adorazione l’Ostia – che è il Corpo di Gesù – è messa in un contenitore magnificamente decorato (noto come ‘ostensorio’). Gesù è così visibile a tutti e può essere adorato. Sulla terra, non possiamo giungere più vicini a Dio di così.

Durante l’adorazione non devi fare molto. La forza dell’adorazione sta precisamente nel non far nulla per un periodo di tempo. Nel silenzio dell’adorazione, puoi riflettere profondamente su Gesù con tutto il tuo cuore. Stando con Gesù in questo modo, mostriamo che non possiamo vivere senza di lui.

> Leggi di più nel libro

Noi adoriamo Gesù nell’Eucaristia stando con lui tranquillamente: egli guarda te e tu guardi lui. Puoi dirgli tutto.

La saggezza della Chiesa

Quale tipo di culto è dovuto al Sacramento dell'Eucarestia?

È dovuto il culto di latria, cioè di adorazione, riservato solo a Dio sia durante la celebrazione eucaristica sia al di fuori di essa. La Chiesa, infatti, conserva con la massima diligenza le Ostie consacrate, le porta agli infermi e ad altre persone impossibilitate a partecipare alla Santa Messa, le presenta alla solenne adorazione dei fedeli, le porta in processione e invita alla frequente visita e adorazione del Santissimo Sacramento conservato nel tabernacolo. [CCCC 286]

Qual è il modo corretto di onorare il Signore presente nel pane e nel vino?

Poiché nelle specie consacrate del pane e del vino è realmente presente il Signore, dobbiamo conservarle con il massimo rispetto e adorare il nostro Signore e Redentore presente nel Santissimo.

Se rimangono ostie consacrate dopo la celebrazione della Santa Eucaristia, esse vengono conservate in appositi recipienti nel tabernacolo. Poiché in esso è presente il Santissimo, il tabernacolo è uno dei luoghi più importanti della Chiesa e ci inginocchiamo davnti ad esso. Certo chi segue veramente Cristo lo riconoscerà nei più poveri dei poveri e lo servirà in loro. Ma troverà anche il tempo di stare davanti al tabernacolo in adorazione e di donare il suo amore al Signore eucaristico. [Youcat 218]

La parola del Papa

Il Mistero eucaristico ... va vissuto nella sua integrità, sia nell'evento celebrativo, sia nell'intimo colloquio con Gesù appena ricevuto nella comunione, sia nel momento orante dell'adorazione eucaristica fuori della Messa. Allora la Chiesa viene saldamente edificata e si esprime ciò che essa veramente è: una, santa, cattolica e apostolica; popolo, tempio e famiglia di Dio; corpo e sposa di Cristo, animata dallo Spirito Santo; sacramento universale di salvezza e comunione gerarchicamente strutturata. [Papa Giovanni Paolo II, Ecclesia de Eucarestia, n. 61]