All Tweets
Precedente:
Seguente:
glas-in-lood raam

2.23 Quali furono i principali Concili della Chiesa?

Romani, Concili, e Padri della Chiesa

Tutti i concili della Chiesa hanno come scopo di raggiungere una comprensione più approfondita della fede, non di cambiarla. Un risultato dei primi due concili, che si tennero nel 325 e nel 381, fu il Credo, la professione di fede. Puoi trovare il Credo in molte lingue nell’app #TcDIO, insieme ai testi normali della Messa.

Un altro concilio importante fu quello che si tenne a Trento in un numero di assemblee distinte tra il 1545 e il 1563. A Trento vennero date risposte a problemi che erano sorti durante la Riforma. Il concilio più recente è il Concilio Vaticano II, che si è svolto tra il 1962 e il 1965. Gli argomenti hanno riguardato il ruolo dei fedeli laici nella Chiesa e il dialogo con le altre religioni.

> Leggi di più nel libro

I primi 8 Concili impostarono il credo cristiano di base in risposta ad attacchi. Quando sorgevano altre questioni i Concili davano risposte.

La parola del Papa

[Il Concilio di Calcedonia] rappresenta il traguardo sicuro della cristologia dei tre Concili ecumenici precedenti: quello di Nicea del 325, quello di Costantinopoli del 381 e quello di Efeso del 431. Già nel VI secolo questi quattro Concili, che riassumono la fede della Chiesa antica, vennero infatti paragonati ai quattro Vangeli: perchè su di essi, [Papa Gregorio Magno] spiega “come su una pietra quadrata si leva la struttura della santa fede.” [Papa Benedetto XVI, Udienza generale, 5 marzo 2008]