All Tweets
Precedente:
Seguente:
kaft van de voorkant van een Koran

1.14 Qual è la differenza tra la Bibbia e il Corano?

La Bibbia: vero o falso?

I Musulmani credono che il Corano fosse stato direttamente dettato a Maometto da Dio in arabo. I testi coranici sono sacri per i Musulmani. Questo è vero anche per la Bibbia: come cristiani noi crediamo che gli autori della Bibbia furono ispirati dallo Spirito Santo (senza che Dio dettasse il testo). Questo stesso Spirito Santo aiuta i lettori a interpretare la Bibbia correttamente. Le parole nella Bibbia sono morte finché non sono lette.

Per quanto riguarda i contenuti, il Corano nega che Gesù è il Figlio di Dio e che egli è morto e risorto dai morti. Questo significa che non si riconosce la verità che Dio si incarnò in Gesù a causa del suo amore per lui.

> Leggi di più nel libro

Il Nuovo Testamento dice che Gesù è il Figlio di Dio, fatto negato dal Corano. Dio ha ispirato gli autori della Bibbia. Non ha dettato il testo.

La saggezza della Chiesa

Quale funzione ha la Sacra Scrittura nella vita della Chiesa?

La Sacra Scrittura dona sostegno e vigore alla vita della Chiesa. È, per i suoi figli, saldezza della fede, cibo e sorgente di vita spirituale. È l'anima della teologia e della predicazione pastorale. Dice il Salmista: essa è «lampada per i miei passi, luce sul mio cammino» (Sal 119,105). La Chiesa esorta perciò alla frequente lettura della Sacra Scrittura, perché «l'ignoranza delle Scritture è ignoranza di Cristo» (S. Girolamo). [CCCC 24]

La parola del Papa

La fede in Dio, professata in comune dai discendenti di Abramo, cristiani, musulmani ed ebrei, quando è vissuta sinceramente e portata nella vita, è sicuro fondamento della dignità, della fratellanza e della libertà degli uomini e principio di retta condotta morale e di convivenza sociale. E vi è di più: in conseguenza di questa fede in Dio creatore e trascendente, l’uomo sta al vertice della creazione. È stato creato, si legge nella Bibbia, “a immagine e somiglianza di Dio” (Gn 1,27); benché sia fatto di polvere, si legge nel Corano, libro sacro dei Musulmani, “Dio gli ha insufflato il suo spirito e l’ha dotato di udito, vista e di cuore”, cioè di intelligenza (Sura, 32,8). [Papa Giovanni Paolo II, Ankara, 29 Novembre 1979]