All Tweets
Precedente:
Seguente:
Science and faith

1.5 Scienza e fede si contraddicono a vicenda?

Creazione o coincidenza?

Se crediamo che Dio ha creato tutto, allora non dobbiamo preoccuparci dei fatti scientifici che apparentemente contraddicono la fede. Al contrario, la scienza è una grande strada per diventare più famigliari con la creazione di Dio, e in questo modo impariamo di più su Dio!

D’altra parte, la fede getta luce sull’opera della scienza. Ad esempio, non tutto ciò che è possibile è anche moralmente corretto. La ricerca che implica la distruzione degli embrioni umani è solo un esempio dell’uso non etico delle conoscenze scientifiche.

> Leggi di più nel libro

La verità, che sia scoperta attraverso la scienza o la fede, non contraddice se stessa. Gesù ha detto: “La verità vi farà liberi”.

La saggezza della Chiesa

Perché è importante affermare: «In principio Dio creò il cielo e la terra» (Gn 1,1)?

Perché la creazione è il fondamento di tutti i divini progetti di salvezza; manifesta l'amore onnipotente e sapiente di Dio; è il primo passo verso l'Alleanza dell'unico Dio con il suo popolo; è l'inizio della storia della salvezza culminante in Cristo; è una prima risposta agli interrogativi fondamentali dell'uomo circa la propria origine e il proprio fine. [CCCC 51]

La scienza rende superfluo il Creatore?

No. La frase “Dio ha creato il mondo” non è un’affermazione scientifica all’antica. Si tratta di un’affermazione teologica, quindi di un’affermazione sul significato della divinità (theos = Dio, logos =significato) e dell’origine delle cose. 

Il racconto della creazione non è un modello scientifico per spiegare l’inizio del mondo. Dio ha creato il mondo” è un’affermazione teologica che ha a che fare con la relazione del mondo con Dio. Dio ha voluto il mondo; lo sostiene e lo porterà a perfezione. L’essere creati è una qualità  permanente nelle cose e una verità fondamentale su di esse. [Youcat 41]

Che cosa insegna la Sacra Scrittura circa la creazione del mondo visibile?

Attraverso il racconto dei «sei giorni» della creazione, la Sacra Scrittura ci fa conoscere il valore del creato e la sua finalità di lode a Dio e di servizio all'uomo.

Ogni cosa deve la propria esistenza a Dio, dal quale riceve la propria bontà e perfezione, le proprie leggi e il proprio posto nell'universo. [CCCC 62]

Che tipo di legame esiste tra le cose create?

Esiste tra le creature un'interdipendenza e una gerarchia, volute da Dio. Nello stesso tempo, esiste un'unità e solidarietà fra le creature, poiché tutte hanno il medesimo Creatore, sono da Lui amate e sono ordinate alla sua gloria. Rispettare le leggi iscritte nella creazione e i rapporti derivanti dalla natura delle cose, è quindi un principio di saggezza e un fondamento della morale. [CCCC 64]

Anche le leggi naturali e I sistemi naturali vengono da Dio?

Si, anche le leggi della natura e i sistemi naturali sono parte della creazione di Dio.   

L’uomo non è una ‘tabula rasa’. Egli è plasmato dall’ordine e dalle leggi naturali che Dio ha inscritto nella creazione.  Un cristiano non fa semplicemente “tutto ciò che vuole”. Egli sa che quando nega le leggi naturali, usa le cose in modo contrario al loro ordine intrinseco, e cerca di essere più sapiente di Dio che le ha create, danneggia se stesso e l’ambiente. Richiede troppo da una persona tentare di progettarsi dall’inizio alla fine. [Youcat 45]

La parola dei Padri della Chiesa

La religione non può essere separata dalla sapienza, nè la sapienza può essere separata dalla religione; perchè è lo stesso Dio, che dovrebbe essere compreso, il che è parte della sapienza, e dovrebbe essere onorato, il che è parte della religione. [Lattanzio, Le istituzioni divine, Libro 4, Cap. 4 (ML 6, 456)]